La stella e i sogni di Pan

Nella favola "La stella e i sogni di Pan", il protagonista si inoltra in un viaggio fantastico che lo porterà a scoprire la bellezza nascosta in sé stesso.

L'ebook è presente in tutti gli store online a 0,99 

Bookrepublic: http://goo.gl/yBSqeL





Acquista da qui:

QR code



Le farfalle si perdevano felici a inseguire pulviscoli di luce. Ad una di esse, il ciliegio disse: “Cara, esiste la verità?”. Ma la farfalla lo snobbò, e volò via. Ad un’altra domandò: “Cara, conosci la strada che porta all’amore?”. Ma anche stavolta fu ignorato. Ne vide passare un’altra ancora alla quale proferì: “Cara, sai qual è il sapore della gioia?”. E mai ebbe risposta. “Forse”, si chiese il ciliegio, “nessuno comprende la mia lingua”. E stette a riflettere.
Di tanto in tanto, nelle serate in cui la cinghia dell’oscurità si stringeva intorno alle ore che cavalcavano via velocemente, il ciliegio rallegrava i bimbi che gli facevano visita raccontandogli le favole che esistono. Loro sì che capivano le parole dell’albero perché ascoltavano con il cuore.
(da "La stella e i sogni di Pan")